Rss

Gargano

Il Gargano è lo “sperone” dello stivale italiano. In tempi ancestrali, il Gargano era un’isola, completamente staccata dal continente. Quest’area ospita il Parco Nazionale del Gargano, che protegge una delle zone più rigogliose dell’Italia meridionale. Qui è infatti possibile osservare moltissime specie appartenenti alla macchia mediterranea. Tuttavia, il Gargano è famoso soprattutto per il suo mare limpido, con colori che in estate variano dal blu intenso nei punti più profondi, al turchese, che si attenua man mano che ci si avvicina a riva. Le coste garganiche sono caratterizzate da alti costoni rocciosi che racchiudono le spiagge basse e lucenti come in un abbraccio.

Sulle spiagge del Gargano è possibile trovare sia sabbia fine, come a Peschici, Vieste e Rodi Garganico, che ghiaia e ciottoli come a Vico del Gargano e Mattinata. Tuttavia, quasi tutti i comuni presentano entrambi i tipi di spiaggia, a cui si aggiungono piccole baie di scogli bianchissimi. Oggigiorno il Gargano e le dirimpettaie Isole Tremiti sono famosi soprattutto come luogo di villeggiatura. Oltre al turismo balneare, è importante ricordare i numerosi luoghi di interesse culturale come l’architettura rurale e le torri costiere. Importantissima é anche la tradizione gastronomica della regione. Qui è possibile gustare prodotti tipici come il caciocavallo, la mozzarella di bufala e l’olio extravergine d’oliva.

I Laghi della Lombardia

Lago Maggiore

Il Lago Maggiore è il secondo lago italiano per grandezza. Al suo interno si trovano ben 11 isole. Tra queste si distingue tra le Isole Borromee, e le Isole di Brissago. Nel corso dei secoli, moltissime casate nobiliari si sono stabilite nei pressi del lago. Oggigiorno, la zona che circonda il Lago Maggiore è ricca di castelli, ville e rocche, che rappresentano una ricchezza culturale inestimabile. Tra questi troviamo i magnifici Castelli di Cannero e il Palazzo Borromeo dell’Isola Madre e dell’Isola Bella.

Lago di Como

Il Lago di Como, reso famoso dal suggestivo incipit de I promessi sposi di Alessandro Manzoni, rappresenta ancora oggi uno dei luoghi italiani più significativi della letteratura romantica. Con la sua particolare forma a “due lingue”, il Lago di Como si adagia delicatamente tra le prealpi lombarde, dando vita ad un paesaggio unico. Sulle rive del Lago di Como si trovano diverse residenze monumentali ad esempio il Castello di Vezio, Villa d’Este e Villa Erba. Bellagio è probabilmente il comune più conosciuto, con la sua incantevole posizione sulla punta del Lago di Como.

Lago d’Iseo

Tra le province di Bergamo e Brescia si trova il Lago d’Iseo. Grazie ai venti regolari, il Lago d’Iseo è un’importante meta per gli appassionati di vela e windsurf. La vera nota distintiva del Lago d’Iseo è Monte Isola, la più grande isola lacustre d’Europa, che ospita tutt’ora l’omonimo comune. Uno spettacolo del tutto singolare viene offerto dalle Piramidi di terra di Zone. Queste curiose costruzioni di terra, simili a guglie, sono il risultato di un fenomeno di erosione naturale. Tra le molte possibilità di alloggio, oggi molti viaggiatori preferiscono affittare case o appartamenti, per avere tutta la comodità di casa anche in vacanza.

Molise

La piccola regione del Molise è famosa soprattutto per il suo aspetto tipicamente collinare, con ampie colture, fitte macchie boscose e piccoli borghi. Il Molise dispone per giunta di una meravigliosa costa bassa, che si estende per circa 30 km di territorio. L’omogeneità del paesaggio marittimo viene interrotta dalla maestosa presenza dell’antico borgo di Termoli, circondato da mura difensive, che si gettano a picco sul mare. Termoli comprende anche l’area balneare più famosa della costa molisana, grazie alle sue grandi spiagge ben attrezzate. Il Molise è impegnato nella lotta contro il deterioramento dell’ambiente marino.

All’interno della parte più vecchia della città è possibile visitare la Cattedrale e il castello di Federico II. Altri importanti centri marittimi della costa molisana sono: Montenero di Bisaccia, Campomarino e Petacciato. Il Molise conta inoltre tra le mete più importanti per gli amanti delle escursioni nella natura. Infatti, l’area del lago di Castel San Vincenzo offre le condizioni ideali per il campeggio e la pesca. Mentre nei dintorni del lago del Liscione o di Guardialfiera, è possibile praticare il birdwatching per via degli uccelli acquatici che si trattengono nella regione nella stagione migratoria. Pertanto, il Molise è la meta ideale per una vacanza all’insegna della natura, del mare e del relax.

Basilicata

La Basilicata, anche nota con l’antico nome di Lucania, è una meta popolarissima per il turismo balneare. Sulla costa ionica si trovano alcune delle città marittime più belle d’Italia: Nova Siri, Metaponto, Scanzano Jonico, Pisticci, Rotondella e Policoro. La Basilicata è inoltre la meta prediletta dagli appassionati di archeologia e storia antica. La piccola regione costiera vanta infatti una storia antichissima, che risale ai primi insediamenti dell’espansione greca. Le città di Metaponto, Nova Siri e Policoro facevano infatti parte della Magna Grecia. Qui si trovano anche antichi insediamenti romani, quali Grumentum e Venosa. Tuttavia la vera particolarità della Basilicata sono i Sassi di Matera, che costituiscono il centro storico di Matera.

I palazzi della città sono caratterizzati da colori tenui, tra il bianco e l´ocra, che spiccano in contrasto con l´azzurro intenso del cielo. L´andamento irregolare del terreno sotto Matera crea l´illusione che gli edifici siano accatastati l´uno sull´altro, lasciando apparire la città in lontananza come un meraviglioso collage architettonico. Questo romantico panorama rende Matera una delle città italiane più caratteristiche. Nel centro cittadino si trovano i Sassi di Matera, uno stanziamento umano scavato presso il burrone, che si ritengono essere stati abitati a partire dall’Età della Pietra. In Basilicata antico e moderno si incontrano sullo sfondo del suggestivo panorama del Mar Ionio.

Inverno da sogno

Mentre molti sognano le calde spiagge del sud, altri non vedono l’ora di sfidare il freddo delle Alpi per il brivido della settimana bianca! Ebbene sì, l’inverno non è ancora finito e molti se ne rallegrano. Le Alpi offrono le condizioni ideali per gli amanti degli sport invernali d’ogni sorta. Il periodo dell’anno in cui viene tradizionalmente organizzata la settimana bianca è finito, e molti non sanno che la maggior parte delle località alpine offrono piste innevate fino a fine marzo.

Tra le mete più amate vie è sicuramente la nostrana Livigno, in Lombardia. Livigno conta tra i più rinomati punti d’incontro per gli appassionati di sport invernali. Inoltre, lo Snowpark Mottolino rappresenta una sfida difficile da rifiutare per tutti gli amanti del freestyle. Livigno non è solo una delle località sciistiche più famose d’Italia, ma anche del mondo. Ogni anno numerosissimi turisti stranieri organizzano la propria settimana bianca a Livigno, arricchendo la città di charme internazionale.

Chi preferisce aggiungere un accento esotico alle vacanze invernali opta per le Alpi francesi. Trois Vallées viene considerato uno dei comprensori sciistici più grandiosi del mondo. Le piste presso le altitudini più elevate, sono coperte di neve da dicembre ad aprile. Più che una settimana bianca, in Francia si può organizzare un’intera stagione sulla neve!

Tra le mete alpine più conosciute vi è sicuramente la Svizzera. Il piccolo paese a cavallo tra Italia, Francia, Germania e Austria, conta tra le destinazioni più esclusive per una settimana bianca in puro stile europeo. Tra le e aree sciistiche più conosciute della Svizzera è importante citare: il Cantone dei Grigioni, la Svizzera Centrale, il Cantone Vallese e l’Oberland Bernese.

Su questa lista dei desideri invernali non può mancare l’Austria. Quasi un terzo dell’intero territorio nazionale austriaco è ricoperto da montagne. Data questa predisposizione naturale, l’Austria si è guadagnata il nomignolo di Repubblica delle Alpi. Persino nella capitale Vienna sono presenti delle piste da sci! L’Austria dispone di centinaia di aree sciistiche, divise tra Carinzia, Salisburghese e . L’imbarazzo della scelta è garantito!