Rss

Gargano

Il Gargano è lo “sperone” dello stivale italiano. In tempi ancestrali, il Gargano era un’isola, completamente staccata dal continente. Quest’area ospita il Parco Nazionale del Gargano, che protegge una delle zone più rigogliose dell’Italia meridionale. Qui è infatti possibile osservare moltissime specie appartenenti alla macchia mediterranea. Tuttavia, il Gargano è famoso soprattutto per il suo mare limpido, con colori che in estate variano dal blu intenso nei punti più profondi, al turchese, che si attenua man mano che ci si avvicina a riva. Le coste garganiche sono caratterizzate da alti costoni rocciosi che racchiudono le spiagge basse e lucenti come in un abbraccio.

Sulle spiagge del Gargano è possibile trovare sia sabbia fine, come a Peschici, Vieste e Rodi Garganico, che ghiaia e ciottoli come a Vico del Gargano e Mattinata. Tuttavia, quasi tutti i comuni presentano entrambi i tipi di spiaggia, a cui si aggiungono piccole baie di scogli bianchissimi. Oggigiorno il Gargano e le dirimpettaie Isole Tremiti sono famosi soprattutto come luogo di villeggiatura. Oltre al turismo balneare, è importante ricordare i numerosi luoghi di interesse culturale come l’architettura rurale e le torri costiere. Importantissima é anche la tradizione gastronomica della regione. Qui è possibile gustare prodotti tipici come il caciocavallo, la mozzarella di bufala e l’olio extravergine d’oliva.

Riviera Romagnola

Il boom della Costa Adriatica

La parte dell’Emilia-Romagna che si affaccia sul Mare Adriatico è conosciuta anche con il nome di Riviera Romagnola. Pur non essendo un’entità politica di fatto, la Riviera Romagnola è considerata quasi una subregione dell’Emilia-Romagna. La Riviera comprende le quattro province romagnole Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e si estende per circa 120 km da Comacchio a Cattolica. La Riviera Romagnola si è affermata durante  il boom della “settimana al mare” degli anni ’50 e rappresenta oggi la classica meta del turismo balneare autoctono, ovvero con presenza preponderante di italiani rispetto a stranieri.

I due mondi della Riviera

Nonostante lo sfruttamento intensivo di spiagge e pinete durante gli anni ’80 e ’90 abbiano fortemente alterato l’equilibrio naturale del luogo, l’afflusso di turisti non si è fermato. Al contrario, gli imprenditori della Riviera Romagnola sono riusciti a caratterizzare questa zona come meta sia per famiglie che per giovani. Di giorno, le spiagge pullulano di famigliole con bambini, che giocano o si rilassano al sole. La maggior parte delle strutture balneari sono gestite da privati che si sono preoccupati di offrire ai propri clienti ogni comfort. Non è raro scorgere spiagge dotate di parco giochi o servizi di animazione per intrattenere i più piccoli. Mentre durante la sera, il panorama cambia completamente: ristoranti e bar si riempiono di giovani abbronzati ed eleganti pronti ad esplorare la grande offerta di locali e discoteche. La vita notturna della Riviera Romagnola è famosa in tutt’ Italia e sembra non passare mai di moda. E il giorno dopo tutti in piadineria! Una ricetta romagnola assolutamente vincente contro i postumi più infami. Per incentivare ulteriormente la zona, a partire dal 2006 tutti i comuni della Riviera si sono uniti per dare vita alla Notte Rosa. Ogni estate per una notte lungo gli oltre 100 km di costa vengono organizzate feste e attività culturali per tutti i gusti. Un assoluto must dell’estate italiana!

L’Isola di Ponza

L’Isola di Ponza, è la più grande delle Isole Pontine, al largo della costa del Lazio. Nonostante la sua superficie limitata, neanche 10 km², Ponza fu nel corso del secoli un importante porto commerciale e peschereccio. Si stima, che già nel XII secolo a.C. Ponza venisse usata come tappa di viaggio dai mercanti fenici. Infatti, non è raro trovare frammenti di antichi vasi o utensili. La grande particolarità dell’isola sono le cosiddette Grotte di Pilato: antiche peschiere romane scavate nella roccia.

L’Arcipelago Pontino è ritenuto essere di origine vulcanica. Da questo deriva il caratteristico aspetto roccioso di Ponza, caratterizzata soprattutto da alte scogliere a picco sul mare. Proprio grazie a questa conformazione naturale, Ponza è il luogo ideale dove osservare la tipica fauna marina del Mediterraneo. Infatti, alcuni degli sport più praticati sull’isola sono lo snorkeling e le immersioni subacquee.

Nel corso degli ultimi anni, molti visitatori si sono visti tuttavia più interessati a visitare relitti di aerei o navi incagliati sui fondali a largo dell’isola. A Ponza sono inoltre attive moltissime agenzie che offrono sia tour in barca dell’Arcipelago Pontino, che collegamenti regolari con la terraferma. Nonostante le modeste dimensioni, l’Isola di Ponza è dotata di un sistema alberghiero molto sviluppato. Ai tradizionali hotel, si sono aggiunti negli ultimi anni anche diversi bed and breakfast e appartamenti vacanza. Oltre a ciò, grazie ai numerosi ristoranti, bar e discoteche, il divertimento notturno è assicurato.

Molise

La piccola regione del Molise è famosa soprattutto per il suo aspetto tipicamente collinare, con ampie colture, fitte macchie boscose e piccoli borghi. Il Molise dispone per giunta di una meravigliosa costa bassa, che si estende per circa 30 km di territorio. L’omogeneità del paesaggio marittimo viene interrotta dalla maestosa presenza dell’antico borgo di Termoli, circondato da mura difensive, che si gettano a picco sul mare. Termoli comprende anche l’area balneare più famosa della costa molisana, grazie alle sue grandi spiagge ben attrezzate. Il Molise è impegnato nella lotta contro il deterioramento dell’ambiente marino.

All’interno della parte più vecchia della città è possibile visitare la Cattedrale e il castello di Federico II. Altri importanti centri marittimi della costa molisana sono: Montenero di Bisaccia, Campomarino e Petacciato. Il Molise conta inoltre tra le mete più importanti per gli amanti delle escursioni nella natura. Infatti, l’area del lago di Castel San Vincenzo offre le condizioni ideali per il campeggio e la pesca. Mentre nei dintorni del lago del Liscione o di Guardialfiera, è possibile praticare il birdwatching per via degli uccelli acquatici che si trattengono nella regione nella stagione migratoria. Pertanto, il Molise è la meta ideale per una vacanza all’insegna della natura, del mare e del relax.

Mare della Calabria

La Calabria: una terra dalla storia antica

Essa era infatti già abitata nel Paleolitico e diventò in seguito un importante centro della Magna Grecia. Questa storia millenaria è incorniciata dall’azzurro intenso del Mediterraneo. Alcune di queste dispongono di moderne strutture turistiche mentre altre sono state lasciate nella loro bellezza naturale.

Tropea. l’area marittima più famosa della Calabria

Nonostante si tratti di uno dei comuni italiani più piccoli, Tropea fu in epoca romana e medievale un importante porto sul mediterraneo. Nel centro storico di Tropea si trovano ben 5 balconi panoramici: l’Affaccio Largo Migliarese, dal quale si possono vedere San Leonardo e l’Isola Bella, l’ Affaccio Largo Galluppi, dal quale si può ammirare il porto, Largo Villetta, dal quale si può estendere lo sguardo sull’intera costa, Largo Duomo e Belvedere Rico Ripa. Tropea dispone anche di bellissime spiagge balneari come la spiaggia Spiaggia della Rotonda, Spiaggia ‘a Linguata, Spiaggia del Convento e Spiaggia Passo Cavalieri.

L’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto: il gioiello del mare

All’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, nella provincia di Crotone, si trova il comune di Isola Capo Rizzuto. Nonostante il nome, si tratta in effetti di un suggestivo lungo promontorio sul mare. La città è caratterizzata dalle immagini della fortificazione nella frazione di La Castella e della Torre Vecchia sulla costa.
Nella riserva marina di Capo Rizzuto si trova anche Capo Colonna, una costa dove si possono trovare sia spiagge che scogliere. Grazie alla qualità delle acque garantita dall’area protetta e all’enorme valore archeologico della regione, questo stralcio di costa sul Mar Ionio rappresenta una delle destinazioni turistiche più ambite.

L’alto cosentino: Praia a Mare

A Praia a Mare si concentra il turismo balneare dell’alto cosentino. Da qui è possibile anche raggiungere la piccola Isola di Dino, ricca di vita animale e vegetale e di suggestive grotte marine naturali come la Grotta Azzurra, la Grotta del Frontone e la Grotta del Leone. Per gli appassionati di storia, la particolarità imperdibile di Praia a Mare è sicuramente il Santuario della Madonna della Grotta, eretto all’interno di una grotta naturale. Un altro gioiello è la Torre dei Fuzzi, imponente costruzione militare u una scogliera di 15 m a picco sul mare.

Sicilia

Tesoro europeo di natura e cultura

La Sicilia è l’isola più grande d’Italia e del Mar Mediterraneo. La Sicilia è ricca di luoghi di interesse naturalistico, che comprendono anche suggestive aree marine protette come quelle de Le Isole Pelagie, Capo Gallo e Isola delle Femmine oppure delle Isole Egadi. In Sicilia si trovano anche alcune delle testimonianze meglio conservate dell’antica Magna Grecia. Presso Agrigento si trova la Valle dei Templi, dove ancora oggi è possibile ammirare le rovine doriche della città di Akragas. Mentre presso Trapani si trovano le rovine dell’antica città di Segesta, dove è si possono visitare il tempio dorico e il teatro.

La Sicilia barocca

A seguito del tragico terremoto che colpì la Sicilia alla fine del XVII sec. gran parte delle costruzioni dei secoli passati andarono perdute per sempre. Tuttavia, distruggendo le parti più vecchie e fragili, il sisma diede alla Sicilia la possibilità di erigere edifici più moderni. La regione sud-orientale della Sicilia, conosciuta come Val di Noto, è ora caratterizzata dalle numerose costruzioni in stile barocco erette nel settecento. La Val di Noto rappresenta uno degli esempi più belli del barocco italiano.

Le coste più celebri d’Italia

Tuttavia, il turismo in Sicilia si concentra sulle suggestive aree balneari. Le coste siciliane si distinguono dalle altre per vastità e bellezza. Mentre le coste del nord dell’isola sono caratterizzate da un aspetto più scoglioso, con lunghe lingue di terra che si protendono sul mare, le spiagge dell’area meridionale sono di carattere sabbioso e molto lunghe. Una spiaggia particolarmente suggestiva si trova a Pozzallo.

L’accoglienza sicilia

La Sicilia rappresenta una delle aree italiane con la maggiore affluenza di turisti. Il settore terziario siciliano si è adattato bene a questa tendenza sviluppando un sistema di accoglienza vario e capillare. La Sicilia offre ai propri visitatori un’ampia scelta tra hotel di lusso, bed and breakfast e case vacanza. Inoltre, anche il trasporto di turisti all’interno del territorio è ben organizzato, grazie a ditte che si sono specializzate proprio nei servizi di collegamento con i vari aeroporti e con le isole minori. In Sicilia, il turista è in buone mani!

Basilicata

La Basilicata, anche nota con l’antico nome di Lucania, è una meta popolarissima per il turismo balneare. Sulla costa ionica si trovano alcune delle città marittime più belle d’Italia: Nova Siri, Metaponto, Scanzano Jonico, Pisticci, Rotondella e Policoro. La Basilicata è inoltre la meta prediletta dagli appassionati di archeologia e storia antica. La piccola regione costiera vanta infatti una storia antichissima, che risale ai primi insediamenti dell’espansione greca. Le città di Metaponto, Nova Siri e Policoro facevano infatti parte della Magna Grecia. Qui si trovano anche antichi insediamenti romani, quali Grumentum e Venosa. Tuttavia la vera particolarità della Basilicata sono i Sassi di Matera, che costituiscono il centro storico di Matera.

I palazzi della città sono caratterizzati da colori tenui, tra il bianco e l´ocra, che spiccano in contrasto con l´azzurro intenso del cielo. L´andamento irregolare del terreno sotto Matera crea l´illusione che gli edifici siano accatastati l´uno sull´altro, lasciando apparire la città in lontananza come un meraviglioso collage architettonico. Questo romantico panorama rende Matera una delle città italiane più caratteristiche. Nel centro cittadino si trovano i Sassi di Matera, uno stanziamento umano scavato presso il burrone, che si ritengono essere stati abitati a partire dall’Età della Pietra. In Basilicata antico e moderno si incontrano sullo sfondo del suggestivo panorama del Mar Ionio.

Marche

Le Marche sono una regione del centro Italia, affacciata sul Mare Adriatico centrale. possono vantare delle spiagge molto suggestive. Molte di queste  si sono distinte per pulizia, qualità dell’acqua ed efficienza delle strutture. Tra queste le più conosciute: Pesaro, Senigallia e San Benedetto del Tronto. San Benedetto del Tronto, grazie al suo charme mondano, conta da anni tra le mete più ambite dell’estate. La città può vantare non solo un mare limpido e delle spiagge ben attrezzate, ma anche un centro cittadino ben curato, con il fascino accattivante di una città marittima alla moda. Infatti, le strade e le piazze di San Benedetto del Tronto sono caratterizzate soprattutto dagli edifici dai colori chiari e dalle numerose palme, che adornano aiuole pubbliche e private, conferendo alla città un tocco di eleganza particolare.

Tuttavia, il panorama più spettacolare delle Marche è offerto dal Monte Conero, in provincia di Ancona. Il Monte Conero è l’altura più significativa della zona adriatica centrale, caratterizzato dal colore verde intenso delle piante, che ne ricoprono il profilo levigato, che si tuffa nel mare turchese. Il capoluogo Ancona è una rinomata città d’arte, che propone una serie interminabile di attrazioni. Tra le più significative ricordiamo: la Pinacoteca civica Francesco Podesti, Piazza del Papa, Via della Loggia, il Duomo di San Ciriaco e il Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Un altro gioiello delle Marche è Urbino. Nella città di origine romana è ancora possibile ammirare la bellezza senza tempo del Palazzo Ducale, della Casa di Raffaello e dell’Ex Monastero di Santa Chiara. Il tipico paesaggio delle Marche consiste in un infinito susseguirsi di colline verdeggianti. Molte delle antiche dimore padronali, un tempo adibite alla mezzadria, sono state convertite in moderni agriturismi. Qui è possibile sia gustare i vini e i piatti tipici della cucina marchigiana, che acquistare prodotti biologici DOC.

Emilia-Romagna

L’Emilia-Romagna dispone di una vastissima porzione di territorio affacciata sul Mare Adriatico. Qui si trovano alcune delle località marittime più famose d’Italia, come: Rimini, Riccione e i Lidi di Comacchio. Le stazioni balneari romagnole sono tra le più moderne e attrezzate d’Europa. Rimini e Riccione sono le mete predilette degli amanti della vita notturna, grazie al gran numero di discoteche e locali ppresenti nella zona. L’attrazione turistica più caratteristica dell’Emilia-Romagna è Ravenna, dove si trovano capolavori unici dell’arte bizantina: la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e la Basilica di San Vitale. A Bologna, gli edifici del centro storico sono dotati di diversi kilometri di portici, che rendono la visita della città piacevole in tutte le stagioni dell’anno.

Bologna è un’antichissima città universitaria, famosa soprattutto per la vivacità della sua vita sociale. I luoghi più celebri di Bologna sono Viale Indipendenza, che culmina in Piazza Maggiore, le Due Torri, e il Giardino della Montagnola, che ospita ogni venerdì e sabato il caratteristico mercatino alternativo. Bologna è una città multiculturale e aperta, dove ogni visitatore può trovare il locale ricreativo adatto ai suoi gusti. Pertanto, Bologna è consigliatissima anche per i turisti più giovani e intraprendenti. Il capoluogo romagnolo offre non solo una vasta scelta di lounge alla moda, mostre e discoteche, ma anche pub e locali alternativi. Infatti, aggirandosi per la città, non è raro incappare in punk, ravers e alternativi di ogni sorta, che conferiscono alla città una piacevole nota di colore.

Friuli-Venezia Giulia

Il Friuli-Venezia Giulia è la regione all’estremità nord-orientale dell’Italia. Il territorio del Friuli-Venezia Giulia può vantare la presenza delle Alpi Carniche e delle Alpi Giulie. In queste aree si trovano alcuni degli impianti sciistici più moderni d’Italia. In primo piano soprattutto: Forni di Sopra, Piancavallo e Tarvisio. Per gli amanti del rischio sono presenti anche numerose Snow Fun Areas, ad esempio: il Tarvisio Gold Snow Park, lo Snowboard Funpark a Piancavallo e il Fantasy Snow Park a Forni di Sopra. In Friuli-Venezia Giulia sono presenti ancora oggi moltissimi borghi tipici come Aiello del Friuli, detto anche “il paese delle meridiane” e Venzone, il cui territorio è parte del Parco Naturale delle Prealpi Giulie.

Nella regione si trovano anche diversi castelli ricchi di storia. Il più conosciuto è il Castello di Duino. Sul suggestivo balcone affacciato sul mare, è possibile ammirare lo scrittoio in pietra dove il poeta Rainer Maria Rilke compose le sue Elegie Duinesi. Il Friuli-Venezia Giulia dispone anche di spiagge dalla bellezza invidiabile. Tra le città marittime più importanti troviamo Grado e Lignano Sabbiadoro. Dalle spiagge ampie e basse di Grado si può gustare una bellissima vista su tutta la laguna. Pur essendo una meta estiva molto popolare, Grado rimane una città tranquilla e piacevole. Pertanto, si tratta di una meta ideale soprattutto per vacanze all’insegna del relax. Lignano Sabbiadoro, invece, è conosciuta non solo per l’attrezzatissimo porto marittimo, anche per l’accattivante offerta di locali notturni, discoteche e feste sulla spiaggia. Durante un soggiorno in Friuli-Venezia Giulia almeno una breve visita al capoluogo Trieste è di dovere. Da Piazza Unità d’Italia si può godere del panorama degli imponenti palazzi storici che spiccano dal blu profondo della laguna.