Rss

Gargano

Il Gargano è lo “sperone” dello stivale italiano. In tempi ancestrali, il Gargano era un’isola, completamente staccata dal continente. Quest’area ospita il Parco Nazionale del Gargano, che protegge una delle zone più rigogliose dell’Italia meridionale. Qui è infatti possibile osservare moltissime specie appartenenti alla macchia mediterranea. Tuttavia, il Gargano è famoso soprattutto per il suo mare limpido, con colori che in estate variano dal blu intenso nei punti più profondi, al turchese, che si attenua man mano che ci si avvicina a riva. Le coste garganiche sono caratterizzate da alti costoni rocciosi che racchiudono le spiagge basse e lucenti come in un abbraccio.

Sulle spiagge del Gargano è possibile trovare sia sabbia fine, come a Peschici, Vieste e Rodi Garganico, che ghiaia e ciottoli come a Vico del Gargano e Mattinata. Tuttavia, quasi tutti i comuni presentano entrambi i tipi di spiaggia, a cui si aggiungono piccole baie di scogli bianchissimi. Oggigiorno il Gargano e le dirimpettaie Isole Tremiti sono famosi soprattutto come luogo di villeggiatura. Oltre al turismo balneare, è importante ricordare i numerosi luoghi di interesse culturale come l’architettura rurale e le torri costiere. Importantissima é anche la tradizione gastronomica della regione. Qui è possibile gustare prodotti tipici come il caciocavallo, la mozzarella di bufala e l’olio extravergine d’oliva.

Salento

Il tacco nel mare

La forma della penisola italiana, simile ad uno stivale a tacco alto, rende l’Italia unica ed i suoi confini inconfondibili. L’elegante tacco d’Italia è occupato dalle subregione pugliese del Salento. Il territorio salentino comprende approssimativamente le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Il Salento racchiude nei suoi confini alcune delle spiagge più suggestive d’Italia, come quelle di Santa Maria di Leuca, Pescoluse o Gallipoli. Il Salento si affaccia sia sul Mar Ionio, che sul Mar Adriatico. Il litorale ionico presenta prevalentemente spiagge basse e sabbiose, con acqua azzurra cristallina spesso impreziosite da bellissimi scogli naturali. Mentre il lato adriatico della provincia di Otranto è caratterizzato soprattutto da coste alte e scogliose, con spiagge piccole immerse nella natura.

Una terra da gustare

L’economia locale ha ricevuto un immenso input grazie alla grande affluenza di turisti, attirati anche dalle bellissime masserie. La presenza di turisti nella regione ha incoraggiato non solo lo sviluppo del settore terziario, ma anche la produzione di prodotti tipici, messi in pericolo dalla produzione industriale. Infatti, grazie al carattere rurale della regione, in Salento è possibile acquistare direttamente dal produttore olio extravergine d’oliva di alta qualità oppure pane e focacce preparate secondo la tradizione come la frisella, i taralli o la pittula. La cucina tradizionale salentina è caratterizzata da sapori forti, ai quali si accompagnano vini corposi come il famoso Negroamaro.

Puglia

La Puglia è la regione più a est della penisola italiana. La penisola pugliese, che si affaccia da un lato sul Mar Adriatico e sull’altro sul Mar Ionio, è nota come Salento. Il Salento è il famoso tacco della penisola italiana. In questa zona si concentrano alcune delle spiagge più belle, non solo della Puglia, ma anche dell’intero territorio nazionale. Le zone balneari pugliesi sono rinomate in tutto il mondo. La regione salentina è famosa soprattutto per l’abbondanza di spiagge dall’aspetto molto naturale e per il panorama mozzafiato. Il mare della Puglia è conosciuto soprattutto per la trasparenza delle sue acque e gli suggestivi scogli che si tuffano nell’azzurro intenso delle sue coste. La Puglia è infatti luogo di monumenti naturali unici al mondo come la Costa Garganica presso Vieste, le Isole Tremiti e le impressionanti Grotte di Castellana.

Vieste è una piccola città affacciata direttamente sul Mar Adriatico, caratterizzata dalla particolare forma “discendente”, determinata dalla conformazione naturale della costa rocciosa. Nel corso dei decenni, Vieste si è sviluppata da paesino marittimo a vero e proprio centro del turismo balneare senza mai perdere il suo fascino. La Puglia è inoltre un vero e proprio museo a cielo aperto. Qui infatti si trovano stupefacenti testimonianze dell’evoluzione dei popoli del Mediterraneo. Tra i ritrovamenti più antichi si trovano addirittura costruzioni risalenti all’Età della Pietra, come le specchie, i dolmen e i menhir. Altre costruzioni di origine antichissima sono i Trulli, che oggi rendono così caratteristico il paesaggio pugliese.