Rss

Gargano

Il Gargano è lo “sperone” dello stivale italiano. In tempi ancestrali, il Gargano era un’isola, completamente staccata dal continente. Quest’area ospita il Parco Nazionale del Gargano, che protegge una delle zone più rigogliose dell’Italia meridionale. Qui è infatti possibile osservare moltissime specie appartenenti alla macchia mediterranea. Tuttavia, il Gargano è famoso soprattutto per il suo mare limpido, con colori che in estate variano dal blu intenso nei punti più profondi, al turchese, che si attenua man mano che ci si avvicina a riva. Le coste garganiche sono caratterizzate da alti costoni rocciosi che racchiudono le spiagge basse e lucenti come in un abbraccio.

Sulle spiagge del Gargano è possibile trovare sia sabbia fine, come a Peschici, Vieste e Rodi Garganico, che ghiaia e ciottoli come a Vico del Gargano e Mattinata. Tuttavia, quasi tutti i comuni presentano entrambi i tipi di spiaggia, a cui si aggiungono piccole baie di scogli bianchissimi. Oggigiorno il Gargano e le dirimpettaie Isole Tremiti sono famosi soprattutto come luogo di villeggiatura. Oltre al turismo balneare, è importante ricordare i numerosi luoghi di interesse culturale come l’architettura rurale e le torri costiere. Importantissima é anche la tradizione gastronomica della regione. Qui è possibile gustare prodotti tipici come il caciocavallo, la mozzarella di bufala e l’olio extravergine d’oliva.

In vacanza fuori stagione

L’Italia è una delle poche mete di viaggio che non si lascia circoscrivere a pochi mesi all’anno. Infatti, l’Italia è dotata di un meraviglioso patrimonio artistico che non conosce i capricci delle stagioni. In ogni periodo dell’anno è possibile fare la valigia e mettersi in viaggio verso una delle tantissime città d’arte e concedersi quei lussi, che lo stress quotidiano ci ruba.

Roma: la città eterna

Per potersi godere veramente la città è sempre consigliabile visitare attrazioni vicine tra di loro, godendosi la passeggiata nel mezzo. Ad esempio il Foro Romano ed il Colosseo, il Circo Massimo e la Bocca della Verità, oppure la Fontana di Trevi e Piazza del Quirinale. Tra un’attrazione culturale e l’altra, ci si può anche concedere una sosta in uno dei tantissimi ristoranti e bistro che popolano le pittoresche stradine secondarie. Mentre per la Città del Vaticano è necessario un giorno intero. La sera ci si può godere la movida dei quartieri San Lorenzo, Pigneto, Quarticciolo e Monti, con bar e locali alla moda.

Milano: il cuore del Nord

È la meta ideale per amanti dello shopping e della vita notturna. Molte delle gradi attrazioni milanesi si trovano vicine l’una all’altra. Ad esempio, una volta usciti dalla bellissima Galleria Vittorio Emanuele II, si sbuca direttamente su Piazza Duomo, dominata dall’imponente Duomo di Milano. Tutt’intorno, si aprono in ogni direzione strade e adornate dai nomi più celebri della moda internazionale: il cosiddetto Quadrilatero della Moda. Le strade dello shopping più conosciute sono Via Montenapoleone, Via Manzoni, Corso Venezia e Via della Spiga. Mentre la vita notturna di Milano si concentra soprattutto lungo il Naviglio e nelle zone di Brera e Porta Garibaldi.

Venezia: tra terra e mare

La città lagunare di Venezia è sicuramente unica nel suo genere. I canali, che irrorano ogni angolo di Venezia, riflettono giorno e notte la luce proveniente dall’alto, lasciandola brillare come una sorta di acquerello naturale. Proprio per la grande affluenza di turisti, è assolutamente consigliato visitare Venezia durante la bassa stagione. Almeno una volta nella vita, bisogna visitare la grandiosa Piazza San Marco, l’annessa Basilica di San Marco e il Ponte dei Sospiri. Venezia è uno dei luoghi d’origine della moda dello spritz. Nonostante i prezzi generalmente alti, una volta allontanatisi dalle zone tipicamente turistiche è ancora possibile scoprire baretti di quartiere che offrono un aperitivo tradizionale a prezzi contenuti. A Venezia la movida si concentra soprattutto intorno a Campo Santa Margherita.

 

Riviera Romagnola

Il boom della Costa Adriatica

La parte dell’Emilia-Romagna che si affaccia sul Mare Adriatico è conosciuta anche con il nome di Riviera Romagnola. Pur non essendo un’entità politica di fatto, la Riviera Romagnola è considerata quasi una subregione dell’Emilia-Romagna. La Riviera comprende le quattro province romagnole Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e si estende per circa 120 km da Comacchio a Cattolica. La Riviera Romagnola si è affermata durante  il boom della “settimana al mare” degli anni ’50 e rappresenta oggi la classica meta del turismo balneare autoctono, ovvero con presenza preponderante di italiani rispetto a stranieri.

I due mondi della Riviera

Nonostante lo sfruttamento intensivo di spiagge e pinete durante gli anni ’80 e ’90 abbiano fortemente alterato l’equilibrio naturale del luogo, l’afflusso di turisti non si è fermato. Al contrario, gli imprenditori della Riviera Romagnola sono riusciti a caratterizzare questa zona come meta sia per famiglie che per giovani. Di giorno, le spiagge pullulano di famigliole con bambini, che giocano o si rilassano al sole. La maggior parte delle strutture balneari sono gestite da privati che si sono preoccupati di offrire ai propri clienti ogni comfort. Non è raro scorgere spiagge dotate di parco giochi o servizi di animazione per intrattenere i più piccoli. Mentre durante la sera, il panorama cambia completamente: ristoranti e bar si riempiono di giovani abbronzati ed eleganti pronti ad esplorare la grande offerta di locali e discoteche. La vita notturna della Riviera Romagnola è famosa in tutt’ Italia e sembra non passare mai di moda. E il giorno dopo tutti in piadineria! Una ricetta romagnola assolutamente vincente contro i postumi più infami. Per incentivare ulteriormente la zona, a partire dal 2006 tutti i comuni della Riviera si sono uniti per dare vita alla Notte Rosa. Ogni estate per una notte lungo gli oltre 100 km di costa vengono organizzate feste e attività culturali per tutti i gusti. Un assoluto must dell’estate italiana!

Salento

Il tacco nel mare

La forma della penisola italiana, simile ad uno stivale a tacco alto, rende l’Italia unica ed i suoi confini inconfondibili. L’elegante tacco d’Italia è occupato dalle subregione pugliese del Salento. Il territorio salentino comprende approssimativamente le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Il Salento racchiude nei suoi confini alcune delle spiagge più suggestive d’Italia, come quelle di Santa Maria di Leuca, Pescoluse o Gallipoli. Il Salento si affaccia sia sul Mar Ionio, che sul Mar Adriatico. Il litorale ionico presenta prevalentemente spiagge basse e sabbiose, con acqua azzurra cristallina spesso impreziosite da bellissimi scogli naturali. Mentre il lato adriatico della provincia di Otranto è caratterizzato soprattutto da coste alte e scogliose, con spiagge piccole immerse nella natura.

Una terra da gustare

L’economia locale ha ricevuto un immenso input grazie alla grande affluenza di turisti, attirati anche dalle bellissime masserie. La presenza di turisti nella regione ha incoraggiato non solo lo sviluppo del settore terziario, ma anche la produzione di prodotti tipici, messi in pericolo dalla produzione industriale. Infatti, grazie al carattere rurale della regione, in Salento è possibile acquistare direttamente dal produttore olio extravergine d’oliva di alta qualità oppure pane e focacce preparate secondo la tradizione come la frisella, i taralli o la pittula. La cucina tradizionale salentina è caratterizzata da sapori forti, ai quali si accompagnano vini corposi come il famoso Negroamaro.

L’Isola di Ponza

L’Isola di Ponza, è la più grande delle Isole Pontine, al largo della costa del Lazio. Nonostante la sua superficie limitata, neanche 10 km², Ponza fu nel corso del secoli un importante porto commerciale e peschereccio. Si stima, che già nel XII secolo a.C. Ponza venisse usata come tappa di viaggio dai mercanti fenici. Infatti, non è raro trovare frammenti di antichi vasi o utensili. La grande particolarità dell’isola sono le cosiddette Grotte di Pilato: antiche peschiere romane scavate nella roccia.

L’Arcipelago Pontino è ritenuto essere di origine vulcanica. Da questo deriva il caratteristico aspetto roccioso di Ponza, caratterizzata soprattutto da alte scogliere a picco sul mare. Proprio grazie a questa conformazione naturale, Ponza è il luogo ideale dove osservare la tipica fauna marina del Mediterraneo. Infatti, alcuni degli sport più praticati sull’isola sono lo snorkeling e le immersioni subacquee.

Nel corso degli ultimi anni, molti visitatori si sono visti tuttavia più interessati a visitare relitti di aerei o navi incagliati sui fondali a largo dell’isola. A Ponza sono inoltre attive moltissime agenzie che offrono sia tour in barca dell’Arcipelago Pontino, che collegamenti regolari con la terraferma. Nonostante le modeste dimensioni, l’Isola di Ponza è dotata di un sistema alberghiero molto sviluppato. Ai tradizionali hotel, si sono aggiunti negli ultimi anni anche diversi bed and breakfast e appartamenti vacanza. Oltre a ciò, grazie ai numerosi ristoranti, bar e discoteche, il divertimento notturno è assicurato.

I Laghi della Lombardia

Lago Maggiore

Il Lago Maggiore è il secondo lago italiano per grandezza. Al suo interno si trovano ben 11 isole. Tra queste si distingue tra le Isole Borromee, e le Isole di Brissago. Nel corso dei secoli, moltissime casate nobiliari si sono stabilite nei pressi del lago. Oggigiorno, la zona che circonda il Lago Maggiore è ricca di castelli, ville e rocche, che rappresentano una ricchezza culturale inestimabile. Tra questi troviamo i magnifici Castelli di Cannero e il Palazzo Borromeo dell’Isola Madre e dell’Isola Bella.

Lago di Como

Il Lago di Como, reso famoso dal suggestivo incipit de I promessi sposi di Alessandro Manzoni, rappresenta ancora oggi uno dei luoghi italiani più significativi della letteratura romantica. Con la sua particolare forma a “due lingue”, il Lago di Como si adagia delicatamente tra le prealpi lombarde, dando vita ad un paesaggio unico. Sulle rive del Lago di Como si trovano diverse residenze monumentali ad esempio il Castello di Vezio, Villa d’Este e Villa Erba. Bellagio è probabilmente il comune più conosciuto, con la sua incantevole posizione sulla punta del Lago di Como.

Lago d’Iseo

Tra le province di Bergamo e Brescia si trova il Lago d’Iseo. Grazie ai venti regolari, il Lago d’Iseo è un’importante meta per gli appassionati di vela e windsurf. La vera nota distintiva del Lago d’Iseo è Monte Isola, la più grande isola lacustre d’Europa, che ospita tutt’ora l’omonimo comune. Uno spettacolo del tutto singolare viene offerto dalle Piramidi di terra di Zone. Queste curiose costruzioni di terra, simili a guglie, sono il risultato di un fenomeno di erosione naturale. Tra le molte possibilità di alloggio, oggi molti viaggiatori preferiscono affittare case o appartamenti, per avere tutta la comodità di casa anche in vacanza.

Molise

La piccola regione del Molise è famosa soprattutto per il suo aspetto tipicamente collinare, con ampie colture, fitte macchie boscose e piccoli borghi. Il Molise dispone per giunta di una meravigliosa costa bassa, che si estende per circa 30 km di territorio. L’omogeneità del paesaggio marittimo viene interrotta dalla maestosa presenza dell’antico borgo di Termoli, circondato da mura difensive, che si gettano a picco sul mare. Termoli comprende anche l’area balneare più famosa della costa molisana, grazie alle sue grandi spiagge ben attrezzate. Il Molise è impegnato nella lotta contro il deterioramento dell’ambiente marino.

All’interno della parte più vecchia della città è possibile visitare la Cattedrale e il castello di Federico II. Altri importanti centri marittimi della costa molisana sono: Montenero di Bisaccia, Campomarino e Petacciato. Il Molise conta inoltre tra le mete più importanti per gli amanti delle escursioni nella natura. Infatti, l’area del lago di Castel San Vincenzo offre le condizioni ideali per il campeggio e la pesca. Mentre nei dintorni del lago del Liscione o di Guardialfiera, è possibile praticare il birdwatching per via degli uccelli acquatici che si trattengono nella regione nella stagione migratoria. Pertanto, il Molise è la meta ideale per una vacanza all’insegna della natura, del mare e del relax.

Mare della Calabria

La Calabria: una terra dalla storia antica

Essa era infatti già abitata nel Paleolitico e diventò in seguito un importante centro della Magna Grecia. Questa storia millenaria è incorniciata dall’azzurro intenso del Mediterraneo. Alcune di queste dispongono di moderne strutture turistiche mentre altre sono state lasciate nella loro bellezza naturale.

Tropea. l’area marittima più famosa della Calabria

Nonostante si tratti di uno dei comuni italiani più piccoli, Tropea fu in epoca romana e medievale un importante porto sul mediterraneo. Nel centro storico di Tropea si trovano ben 5 balconi panoramici: l’Affaccio Largo Migliarese, dal quale si possono vedere San Leonardo e l’Isola Bella, l’ Affaccio Largo Galluppi, dal quale si può ammirare il porto, Largo Villetta, dal quale si può estendere lo sguardo sull’intera costa, Largo Duomo e Belvedere Rico Ripa. Tropea dispone anche di bellissime spiagge balneari come la spiaggia Spiaggia della Rotonda, Spiaggia ‘a Linguata, Spiaggia del Convento e Spiaggia Passo Cavalieri.

L’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto: il gioiello del mare

All’interno dell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, nella provincia di Crotone, si trova il comune di Isola Capo Rizzuto. Nonostante il nome, si tratta in effetti di un suggestivo lungo promontorio sul mare. La città è caratterizzata dalle immagini della fortificazione nella frazione di La Castella e della Torre Vecchia sulla costa.
Nella riserva marina di Capo Rizzuto si trova anche Capo Colonna, una costa dove si possono trovare sia spiagge che scogliere. Grazie alla qualità delle acque garantita dall’area protetta e all’enorme valore archeologico della regione, questo stralcio di costa sul Mar Ionio rappresenta una delle destinazioni turistiche più ambite.

L’alto cosentino: Praia a Mare

A Praia a Mare si concentra il turismo balneare dell’alto cosentino. Da qui è possibile anche raggiungere la piccola Isola di Dino, ricca di vita animale e vegetale e di suggestive grotte marine naturali come la Grotta Azzurra, la Grotta del Frontone e la Grotta del Leone. Per gli appassionati di storia, la particolarità imperdibile di Praia a Mare è sicuramente il Santuario della Madonna della Grotta, eretto all’interno di una grotta naturale. Un altro gioiello è la Torre dei Fuzzi, imponente costruzione militare u una scogliera di 15 m a picco sul mare.

Cinque Terre

Le Cinque Terre: cinque perle incastonate sulla costiera ligure

Le Cinque Terre sono un pezzo di costiera ligure nella provincia di La Spezia. Qui si trovano i cinque borghi: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. La costa, naturalmente costituita da scogliere rocciose, è resa caratteristica dagli imponenti terrazzamenti per la coltivazione della vite e dalle numerose costruzioni a strapiombo sul mare. Le Cinque Terre sono l’incarnazione del tipico borgo marittimo.

Monterosso al Mare: una gioia per le vacanze

Monterosso al Mare è la città più ad ovest delle Cinque Terre, situato in un piccolo golfo naturale. Qui furono edificate diverse architetture sacre come la Chiesa di San Giovanni Battista, il Complesso conventuale dei Cappuccini e la Chiesa di San Francesco e il Santuario di Nostra Signora di Soviore. Inoltre, Monterosso ebbe un ruolo importante nella formazione del poeta e premio Nobel per la letteratura Eugenio Montale. Sulle pendici del Mesco si trova Villa Montale , la residenza estiva del poeta. La spiaggia di Monterosso è anche la più estesa delle Cinque Terre. Per questo, il piccolo borgo ha sviluppato un complesso turistico ben attrezzato in grado di accogliere numerosissimi ospiti da tutto il mondo.

Vernazza e Corniglia: due borghi per una vacanza unica

Vernazza comprende anche il successivo borgo, Corniglia, che è una sua frazione. Grazie alla scarsa popolazione, meno di 1.000 abitanti, Vernazza ha mantenuto nel tempo il suo carattere di piccolo borgo di pescatori, con i palazzi che si stringono l’uno all’altro separati da ripide scalinate. La piazzetta centrale si apre su un piccolo porto dove, accanto alla splendida Chiesa di Santa Margherita d’Antiochia, è possibile stendere il telo sulla piccola spiaggia e fare il bagno. Da non perdere è anche una visita al Castello di Vernazza, detto anche Castello dei Doria, antica costruzione a carattere difensivo situato su un alto costone di roccia nel sud della città.

Riomaggiore e Manarola: per vacanze ai piedi dell’Appennino Ligure

Riomaggiore comprende anche il borgo di Manarola, che è una delle sue frazioni. Riomaggiore è l’ultimo comune delle Cinque Terre. La cittadina si sviluppa a ridosso del Mar Ligure addossata al Monte Zatta, facente parte dell’Appennino Ligure. Queste condizioni naturali hanno fornito la base per lo sviluppo tipicamente “verticale” dei borghi. Infatti gli alti edifici sembrano essersi abilmente adagiati sull’aspro territorio e ne seguono la forma, dando vita a strette viette e ripide scalinate. La spiaggia di Riomaggiore si trova all’estremo est del borgo ed è caratterizzata dalla presenza di ciottoli e grossi sassi sulla riva. La spiaggia è molto ampia e resa suggestiva dalla scogliera che si tuffa a picco nel Mar Ligure.

Sardegna

La meta ideale per vacanze al mare

La Sardegna è un piccolo paradiso marittimo nel cuore dell’Europa moderna. Le coste sarde sono famosi per la loro conformazione prevalentemente rocciosa, caratterizzata da scogli e insenature. Tuttavia, nelle zone meridionali e occidentali si trovano anche spiagge basse e sabbiose.

Un paradiso nel Mediterraneo ricco di natura e cultura

La Sardegna rappresenta inoltre un immenso patrimonio naturalistico. Qui sono presenti alcune delle grotte naturali più suggestive del mondo come la Grotta del Bue Marino e le Grotte di Nettuno. Mentre i ritrovamenti archeologici più caratteristici della Sardegna sono probabilmente le famose Nuraghe. Le Nuraghe sono torri in pietra simbolo dell’omonima civiltà fiorita e scomparsa sul territorio sardo. Questi magnifici monumenti del passato sono unici al mondo.

Alghero: tra Sardegna e Catalogna

Alghero è famosa soprattutto per la Riviera del Corallo, un luogo particolarmente ricco di corallo rosso naturale. La costa algherese è una delle attrazioni turistiche più importanti della Sardegna. All’interno del Parco naturale regionale di Porto Conte, si trova la bellissima Baia delle Ninfe. Oggi, turisti da tutto il mondo possono godere della ricchezza ambientalistica e culturale di Alghero attraverso un moderno sistema di accoglienza, che offre sistemazioni di vario tipo. Moltissimi visitatori scelgono ogni anno di alloggiare in case vacanza di privati o bed and breakfast a gestione familiare, in modo da sperimentare da vicino la vita della città.